Home page Chi siamo Prodotti News Dove siamo Contatti
Spazio bianco News

 

06/07/2012

l arte polimaterica di Fabio Mordeglia

 

08/06/2012

Le rettilinee antitesi cromatiche

 

23/02/2012

La geometria cromatica di Fabio mordeglia

 

05/08/2011

L'ININITO COME MISURA DEL TEMPO

 

22/06/2011

L'ESSENZA CROMATICA NELLE OPERE DI FABIO MORDEGLIA

 

19/04/2011

MATERIALI COME ATTORI TEATRALI NELLE OPERE DI FABIO MORDEGLIA

 

01/02/2011

CORRISPONDENZE CROMATICHE NELLA RICERCA MATERICA DI FABIO MORDEGLIA

 

25/10/2010

testo critico di Salvatore Russo

 

25/10/2010

LIBRO : Il tempo dell'Infinito ( 2010 )

 

04/10/2010

L'alchimista di terre e cromie

 

1 2 

 

01/02/2011

CORRISPONDENZE CROMATICHE NELLA RICERCA MATERICA DI FABIO MORDEGLIA

a cura di Sabrina Falzone

 

L'ambiente culturale di albisola, patria della ceramica artistica, ha temprato sapientemente la ricerca pittorica di Fabio Mordeglia, scandita da novita' stilistico-formali e da rinnovati segni d'interpretazione, contaminandone , sia le direzioni concettuali, sia le linee tematiche.

Il linguaggio materico diviene lo specchio visivo su cui riflettono i significati ancestrali in una poetica dell'universo in grado di rivelarsi per soliloqui dialetticie contrapposizioni tonali. Nella suggestiva ovazione della sintesisi coglie il senso atavico della materia commista alla pittura : e' con encomiabile armonia visiva che l'acrilico si fonde con la terra , generando sobrie modulazioni dell'inconscio.

L'impiego della tecnica mista suggella questa particolare fusione di materialiartistici, commemorandone anche le corrispondenze cromatiche. Nelle opere di Fabio Mordeglia, infatti, vige un solido campo di relazioni tra i colori utilizzati non piu' in senso strettamente estetico, ma in chiave simbolica. La comparazione tra il rosso ed il nero si manifesta nell'emblema del contrasto interiore, prestandosi ad una lettura essenzialmente iconologica.

La dimensione spazio-temporale appare congelata in un contesto ontologico carico di drammi esistenziali, nonostante l'impiego di un cromatismo vivace ed una dirompenza formale inaspettatamente dinamica

   
Riga down